Home Revigozzo Valnure Castelli S.P.Q.R. Autori Gastronomia Contatti Link
Aggiornamenti
Antiquitatis analecta
Curiosità...
D. M. Ausonio
Detti latini
Disticha Catonis
Favole di Fedro
Motti e meridiane
Proverbi latini
Publilio Siro
.
Ego sum Qui sum
Antico Testamento
Nuovo Testamento
.
Nisi Dominus...
Ante colligationem
Itinerarium
Preghiere comuni
.
 
    A    
    B    
    C    
    D    
    E    
    F    
    G    
    H    
    I    
    L    
    M    
    N    
    O    
    P    
    Q    
    R    
    S    
    T    
    U    
    V    
Ne gloriari libeat alienis bonis. (Fedro)

M=112
Macilenti pediculi acrius mordent:
Le pulci magre mordono con più ferocia.
Magis consiliarius est, quam auxiliarius
:
È più facile consigliare che fare.
Chi sa fa e chi non sa insegna.

Magis experiendo quam discendo cognoscitur
:
L'esperienza è la madre della conoscenza.
Maior dolor obscurat minorem
:
Una disgrazia grande fa dimenticare quelle piccole.
Maiora perdet, qui parva non servaverit
:
Chi non sa curare le piccole cose, perde anche quelle grandi.
Maiorque videtur et melior vicina seges
:
La messe del vicino è sempre di più e migliore.
Mala herba non interit
:
Mala herba non perit:
L'erba cattva non si estirpa mai.
Mala lucra aequalia damnis
:
La roba mal guadagnata equivale ad un danno.
La farina del diavolo va tutta in crusca.

Mala ultro adsunt:
Le disgrazie non vengono mai sole.
Mala vicini pecoris contagia laedent
:
Una mela marcia fa marcire tutte le altre.
Male agitur cum illo, qui alieno nutritur arbitrio
:
Sbaglia chi dipende dalla volontà altrui.
Male parta, male dilabuntur
:
Male partum, male disperit:
Le cose male acquistate vengono malamente sperperate.
La farina del diavolo va in crusca.

Male secum agit aeger, medicum qui heredem facit
:
Sbaglia l'ammalato che nomina il medico suo erede.
Maledicens peius audit
:
Chi dice male del prossimo sentirà di peggio nei suoi confronti.
Chi semina vento raccoglie tempesta.

Mali corvi malum ovum
:
Da cattivo corvo cattivo uovo.
Mali principii malus exitus
:
Chi male comincia termina peggio.
Malis mala succedunt
:
I mali non vengono mai soli.
Una disgrazia tira l'altra.

Malo cani brevis tendatur copula
:
Per un cattivo cane serve una corta catena.
Malo hic esse primus quam Romae secundus:
Preferisco essere primo qui che secondo a Roma.
Malo mori quam foedari
:
Preferisco la morte al disonore.
Malo si quid benefacias, id beneficium interit.
Facendo del bene si creano degli ingrati.
Malo solari, quam perverso sociari.

Meglio essere solio che male accompagnato.
Malo tacere mihi quam mala verba loqui.
Preferisco tacere che dire cattiverie.
Malo tutus humi repere quam ruere.

Preferisco camminare adagio sul terreno piuttosto che cadere.
Meglio stare a cavallo di un asino che di un cavallo imbizzarrito.
Chi va piano va sano e va lontano.

Malum quidem nullum esse sine aliquo bono.

Non esiste male da cui non ne possa derivare qualche bene.
Malum vas non frangitur:
I vasi di nessun valore non si rompono mai.
Mammas atque tatas nimium conducit habere, sed potum et multum praestat habere cibum:
Poco importa avere mamme o nutrici, ma molto importa che ci venga dato da bere e da mangiare.
Manus digiti conaequales non sunt, omnes tamen usui sunt
:
Le dita della mano sono diverse tra loro, ma tutte sono utili.
Manus manum lavat
:
Manus manum fricat
:
Una mano lava l’altra.
Mare verborum, gutta rerum:
Solo un mare di parole ma nessun fatto.
Mari aquam addere
:
Portare acqua al mare.
Mater artium necessitas
:
La necessità aguzza l'ingegno.
Maxime divitiis fruetur, qui minime divitiis indiget:
Gode di grandi ricchezze chi si accontenta di poco.
Maximo periculo custoditur quod multis placet
:
E' difficile difendere ciò che fa gola a molti.
Medice, cura te ipsum!
:
Medico cura te stesso!
Medicus curat, natura sanat
:
Il medico cura, la natura guarisce.
Mel in ore, fel in corde:
Miele sulla lingua e odio nel cuore.
Meliora sunt vulnera diligentis, quam fraudulenta oscula odientis
:
Meglio le percosse da chi ti vuol bene che i falsi baci di chi ti vuol male (Antico Testam. Prov. 27,6).
Melior est canis vivus leone mortuo:
E' preferibile essere un cane vivo che un leone morto.
Melior est vicinus iuxta, quam frater procul
:
Meglio un vicino accanto che un fratello lontano (Antico Testam. Prov. 27,10).
Melior tutiorque est certa pax, quam sperata victoria
:
E' meglio e più sicura una pace certa ad una vittoria incerta (Livio, Ab urbe condita, Libro XXX,30).
Melius cras forsan habebit:
Forse domani avrai una giornata migliore.
Melius est nomen bonum, quam divitiae multae.
E' preferibile una buona reputazione alle molte ricchezze.
Melius est nomen bonum quam unguenta pretiosa
:
E' preferibile una buona reputazione agli unguenti preziosi (Antico Testam. Ecclesiste 7,2).
Melius est pede quam labi lingua:
È preferibile scivolare con il piede piuttosto che con la lingua.
Melius est pueri fleant quam senes
:
E' preferibile che piangano i bambini piuttosto che gli anziani.
Melius in oppidulo esse primum, quam in civitate secundum:
E' preferibile essere primi in un paesino che secondi a Roma.
E' meglio esser testa di formica che coda di leone

Melius nihil caelibe vita
:
Nulla è meglio di una vita da scapolo.
Chi si sposa fa bene, chi non si sposa fa meglio.

Melius putatur aliquam partem, quam nullam attingere
:
Meglio poco che niente.
Me mortuo terra misceatur incendio
:
Morto io il mondo può anche bruciare.
Morto io morti tutti.
Un uomo morto non ha né parenti nè amici
.
Membrum perdere praestat, quam totum corpus
:
Meglio perdere un dito piuttosto che la mano
Meglio perdere la lana che non la pecora
Mendacem emptorem crumena arguit
:
Dal borsellino si riconosce il finto compratore.
Mendacem memorem esse oportet
:
Il bugiardo deve avere buona memoria.
Mendaci (homini) ne verum quidem dicenti credere solemus:
Mendaci (homini) ne verum quidem dicenti creditur:
Non siamo soliti credere al bugiardo anche quando dice il vero.
Sulla bocca del bugiardo anche la verità è dubbiosa.

Mendacia curta semper habent crura
:
Le bugie hanno le gambe corte.
Mendax est fur
:
Chi è bugiardo è ladro.
Mendici pera non impletur
:
La bisaccia del mendicante non si riempie mai.
Mendico ne parentes quidem amici sunt
:
Nemmeno i suoi parenti sono amici del poveretto.
Poveri e sofferenti hanno pochi parenti.

Mens, ratio et consilium in senibus est
:
Se vuoi un buon consiglio chiedilo ad un vecchio.
Mihi heri, et tibi hodie:
Ieri a me oggi a te.
Mille viae ducunt hominem ad Romam
:
Tutte le strade conducono a Roma.
Minima de malis
:
Tra due mali occorre scegliere il minore.
Minus feriunt iacula, quae praevidentur
:
Le frecce che si avvistano per tempo fannomeno danni.
Uomo avvisatao mezzo salvato.
Misera fortuna, qui caret inimico
:
E' sfortunato chi da nessuno è invidiato.
Miseris venit solertia rebus
:
Le necessità mettono le ali ai piedi.
Il bisogno fa trottar la vecchia.

Molam qui vitat, farinam vitat
:
Chi evita la mola evita la farina.
Molli paulatim flavescit campus arista:
A poco a poco la tenera spiga rende giallo il campo.
Monere senem est mederi mortuo
:
Ammonire un vecchio equivale a medicare un morto.
Mons cum monte non miscetur:
Un monte non si mescola con un altro.
Duro con duro non fa buon muro.

Mora saepe malorum dat causas
:
Un intervento tardivo è spesso la causa dei mali.
Morbida sola pecus totum corrumpit ovile.

Una sola pecora malata può infettare tutto l'ovile.
Mores secundum tempus
:
Ogni epoca ha le sue abitudini.
Morienti cuncta supersunt
:
A chi muore tutto sopravvive.
Al vivo tutto manca, al morto tutto avanza.

Mors in iuvenibus in insidiis, senibus in ianuis est
:
La morte nei giovani è nelle disgrazie ma per i vecchi è sulle porte di casa.
Dei giovani ne muor qualcuno ma dei vecchi non ne campa nessuno.

Mors non accipit excusationes
:
La morte non ammette scuse.
Mors omni aetati communis est
:
La morte è comune ad ogni età.
Mors optima rapit, deteriora relinquit
:
Sono sempre i migliori che se ne vanno.
Riporto il proverbio anche se non lo condivido. Fortunatamente non sempre sono i peggiori che restano.
Mors servat legem: tollit cum paupere regem
:
La morte non fa preferenze: leva da questo mondo sia il povero che il re.
Morte nihil certius est, nihil vero incertius quam eius hora
:
Nulla è più certo della morte anche se nulla è più incerto della sua ora.
Mortui non mordent
:
Uomo morto non fa più guerra.
Mortuo verba facere
:
Parlare al morto.
Frustare un cavallo morto.

Mulciber in Troiam, pro Troia stabat Apollo:
Vulcano era contro Troia e Apollo a favore (Ovidio, Tristia, Libro I, 2, v.5).
Se un dio perseguita, un altro porta soccorso.
Quando una porta si chiude se ne apre un'altra.

Muliebris lacrima condimentum est malitiae
:
La lacrima è il condimento della perfidia femminile.
Mulieri, ne mortuae quidem, credendum est
:
Non si deve credere ad una donna neppure da morta.
Multa ferunt anni venientes commoda secum
:
Gli anni a venire portano con sé tantecose utili.
Quanto più si vive tanto più si vede.

Multa fidem promissa levant
:
Promettere tanto equivale a mantenere poco.
Multae manus onus levant:
Multae manus onus levius reddunt:
Tante mani rendono la fatica leggera.
L'unione fa la forza.
Multae preces non inflant saccum
:
I desideri non riempiono il sacco.
Multam saliens incitat unda sitim
:
Gli spruzzi delle onde causano una forte sete.
L'occasione fa l'uomo ladro.

Multas amicitias silentium dirimit
:
Il silenzio interrompe molte amicizie.
Multi colunt personam potentis
:
Molti onorano la figura del potente.
Chi ha fichi ha amici

Multi manum palpant, quam amputatam vellent
:
Molti accarezzano la mano che vorrebbero vedere mozzata.
Multis ictibus deicitur quercus
:
Con molti colpi si abbatte una quercia.
Multis lingua nocet, nocuere silentia nulli:
La lingua danneggia molti, il silenzio non danneggia alcuno.
Multitudo canum, mors leporis
:
I troppi cani sono la morte della lepre.
Multo quam ferrum lingua atrocior ferit:
La lingua ferisce molto più della spada.
Multum clamoris, parum lanae
:
Tanto rumore e poca lana.
Multum decubare, et nunquam expirare
:
Essere sempre ammalato ma mai morire.
Dura più un carro rotto che un nuovo.

Multum sunt verbis dissona facta bonis
:
I fatti discordano molto dalle buone intenzioni.
Mulum, pistrinum, flumen, fugito procul
:
Fuggi lontano dal mulo, dal mulino e dal fiume.
Nè mulo, nè mulino, nè signore per vicino.

Munera quae dantur quocumque tempore prosunt:
I regali fatti vanno bene in qualsiasi momento.
Mus capitur citius, nisi plura foramina quaerit
:
Mus cito decipitur, cui tantum rimula scitur:
Viene catturato in fretta il topo che non ha più di una via di fuga.
Mus debaccatur, ubi catus non dominatur:
Il topo si sfoga quando il gatto non comanda
Quando manca il gatto i topi ballano

Mus satur insipidam deiudicat esse farinam
:
Il topo sazio giudica la farina insipida
Musco lapis volutus non obducitur:
Mutatum saxum nequit ullum ducere muscum
:
Pietra che rotola non accumula muschio

Segnala questa pagina ad un amico:

Attenzione: l'utilizzo del presente modulo non comporta la registrazione di alcuna informazione.
Ringraziando quanti, visitando queste pagine, apprezzano i nostri continui sforzi per offrire sempre qualche cosa di nuovo ricordiamo che i commenti e le traduzioni sono proprietà del sito
http://www.pievedirevigozzo.org
Ne consegue che le citazioni restano di pubblico utilizzo ma dei "Commenti e traduzioni" ne viene concesso l'uso solo per scopi non commerciali e/o didattici e solo a condizione venga citata la fonte.
Home Revigozzo Valnure Castelli S.P.Q.R. Autori Gastronomia Contatti Link
Grazie per la visita:
pagine viste dal 20.02.06
Visita Revigozzo
con
"Google Maps Street View"
Latinamente.it
Cicero latin tutor.it
Nuntii latini.fi
Nuntii latini.de
Ultimo aggiornamento: 01.10.2015
Diritti riservati come da
Creative Commons License 2.5
CreativeCommons License
Realizzato da Luca, Catia, Mariuccia e Antonio.
Ottimizzato per Internet Explorer e Mozilla Firefox, risoluzione consigliata 800*600 - 1024*768 pixel.
Tutti i diritti riservati.