Home Revigozzo Valnure Castelli S.P.Q.R. Autori Gastronomia Contatti Link
Aggiornamenti
Antiquitatis analecta
Curiosità...
D. M. Ausonio
Detti latini
Disticha Catonis
Favole di Fedro
Motti e meridiane
Proverbi latini
Publilio Siro
.
Ego sum Qui sum
Antico Testamento
Nuovo Testamento
.
Nisi Dominus...
Ante colligationem
Itinerarium
Preghiere comuni
.
 
    A    
    B    
    C    
    D    
    E    
    F    
    G    
    H    
    I    
    L    
    M    
    N    
    O    
    P    
    Q    
    R    
    S    
    T    
    U    
    V    
 
a-absit ab t-ad hor adhuc-ad v ae-ag al-am an-as at-av
 
Sutor, ne supra crepidam...!

A.E.I.O.U.:
Vedi: Austriae Est Imperare Orbi Universo.

Aegris nihil movisse salus rebus
:
In certe situazioni difficili la salvezza viene dal non fare nulla (Silio Italico, Punica 7, vv. 395,396).
Anche i governi italiani di questi ultimi anni devono aver sperato che l'inazione politica che li ha caratterizzati potesse risolvere i problemi della nazione ma così non è stato. Sarà perchè, non rispettando alla lettera il detto e continuando nel solito malcostume italiano, che negli ultimi lustri si è evoluto in forme sempre più camaleontiche, qualche cosa hanno fatto: "I loro interessi!"?


Aequat quadrata rotundis; facit de albo nigrum; falsum in verum mutat
:
Eguaglia il quadrato al cerchio, rende il bianco simile al nero, trasforma il falso in vero (Brocardo).

Con queste tre suggestive espressioni i romani affermavano che nessuna sentenza passata in giudicato avrebbe mai potuto tornare ad essere oggetto di discussione o contestazione tra le parti rispetto a qualunque futuro processo.
Detto segnalato da Sara


Aequo animo esto:
Stai tranquillo - su con il morale - coraggio (Antico testam., Giuditta 11,1: 11,3).
Si tratta delle parole che Oloferne usa per tranquillizzare Giuditta recatasi nel suo accampamento con l'intenzione di ucciderlo. Sempre nello stesso libro al cap. 7,30 troviamo "Aequo animo estote" (=Coraggio, state tranquilli) incoraggiamento rivolto dal profeta Ozia agli abitanti di Betulia assediata da Oloferne.


Aequo pulsat pede
:
(La morte) colpisce con piede imparziale (Orazio, Odi, I, 4, 13).

La morte non fa distinzione fra monarchi e sudditi, fra ricchi e poveri, fra giovani e vecchi. "Pallida mors aequo pulsat pede pauperum tabernas regumque turres" (= la pallida morte con piede imparziale bussa alle stamberghe dei poveri e ai palazzi dei re). Effettivamente, come dice la saggezza popolare, di fronte alla morte siamo tutti uguali.

Aere perennius
:
Più duraturo del bronzo (Orazio, Odi, III, 30, 1).
Il poeta dice d’aver eretto un monumento, con i suoi poemi, che nei secoli sarà più duraturo del bronzo e ne renderà immortale fama e memoria. La frase completa era: "Exegi monumentum aere perennius".

Aes triplex
:
Triplo bronzo (triplo strato di bronzo) Orazio (lib. I, ode III, v. 9)
Il poeta immagina ed esalta il coraggio del primo navigatore che, sprezzante di ogni pericolo, affida la propria vita ad una fragile imbarcazione: "Illi robur et aes triplex circa pectus erat, qui fragilem truci commisit pelago ratem primus..." (=Aveva il cuore foderato di quercia e triplo strato di bronzo colui che per primo affidò il suo fragile legno al torvo mare...).

Aeternum tenet per saecula nomen
:
Manterrà il nome eterno nei secoli (Virgilio Eneide Libro VI v. 235).
La frase è indirizzata a Miseno, trombettiere dell'esercito Troiano, ucciso da un Tritone invidioso per la sua bravura nel suonare la tromba. Bruciato il corpo su una pira, come da tradizione, e riposte le sue ceneri in un'urna, viene sepolto ai piedi di un monte, che, come afferma Enea, nei secoli continuerà a portare il suo nome ricordandolo in eterno.

Aeternum vale
:
Addio per sempre (Virgilio Eneide libro XI,98)

E' l'affettuoso e accorato saluto che Enea fa alle spoglie di Pallante figlio di Evandro re degli Arcadi ed alleato dei Troiani. Turno, re dei Rutuli in un duello aveva ucciso il giovane e si era impadronito della sue armi. Saranno proprio queste armi la causadella morte di Turno. Nel duello finale infatti, dove Enea ha la meglio sull'avversario, vedendogliele addosso lo uccide.

Affirmanti incumbit probatio:
La prova di una affermazione spetta a chi afferma (Brocardo).
Di identico senso è anche l'espressione che incontriamo nel Digesto (22, 3, 2)"Ei incumbit qui dicit, non qui negat" (=spetta a chi dice, non a chi nega).

A fortiori
:
A più forte (ragione.)

La frase completa infatti è "a fortiori ratione" (=a maggior ragione). Argomento portato in una discussione per rafforzare una tesi già di per sè valida ed accettata.

Age quod agis
:
Fa bene quanto stai facendo
..
Vedi anche "bene omnia fecit". Suggerimento a mettere il massimo impegno, evitando ogni superficialità, in ogni occupazione anche quelle di secondaria importanza. Ritengo possa essere un sano e saggio principio non solo di vita ma anche aziendale; dirigenti e maestranze dovrebbero far propria questa massima e operare al meglio ricordando che, in funzione di come ognuno avrà svolto il proprio compito, le ripercussioni su quanti vengono coinvolti dal nostro operato saranno positive o negative .

Aggressus non tenet in manu stateram:
L'aggredito non tiene in mano la bilancia!
Espressione usata ed abusata da chi, a torto o a ragione, sentendosi minacciato da un avversario istintivamente reagisce in maniera sproporzionata alla minaccia o al torto subito.
Vedere "Par pari refertur".

Agnosco veteris vestigia flammae:
Conosco i sintomi dell'antico amore (Virg., Eneide, IV, 23).

Didone vedova di Sicheo, confessando alla sorella il suo amore per Enea, afferma di provare per lui la stessa passione che aveva nutrito per il marito defunto.

Agnus Dei
:
Agnello di Dio (Nuovo Testamento S. Giovanni, I. 29).

L’ Apostolo parla di Gesù Cristo raffigurato sotto le forme dell’agnello, per insegnarci la mansuetudine. Queste parole ricorrono nella liturgia della Messa

Agrum... manibus suis colebat
:
Coltivava il campo con le proprie mani

( Eutropio, Breviario, 1, 17).
È l’elogio che lo storico fa a L. Quinzio Cincinnato che, da quanto raccontano, passava con naturalezza dalle fatiche dei campi a quelle di condottiero e viceversa.
 
a-absit ab t-ad hor adhuc-ad v ae-ag al-am an-as at-av

Segnala questa pagina ad un amico:

Attenzione: l'utilizzo del presente modulo non comporta la registrazione di alcuna informazione.
Ringraziando quanti, visitando queste pagine, apprezzano i nostri continui sforzi per offrire sempre qualche cosa di nuovo ricordiamo che i commenti e le traduzioni sono proprietà del sito
http://www.pievedirevigozzo.org
Ne consegue che le citazioni restano di pubblico utilizzo ma dei "Commenti e traduzioni" ne viene concesso l'uso solo per scopi non commerciali e/o didattici e solo a condizione venga citata la fonte.
Home Revigozzo Valnure Castelli S.P.Q.R. Autori Gastronomia Contatti Link
Grazie per la visita:
pagine viste dal 20.02.06
Visita Revigozzo
con
"Google Maps Street View"
Latinamente.it
Cicero latin tutor.it
Nuntii latini.fi
Nuntii latini.de
Ultimo aggiornamento: 01.10.2015
Diritti riservati come da
Creative Commons License 2.5
CreativeCommons License
Realizzato da Luca, Catia, Mariuccia e Antonio.
Ottimizzato per Internet Explorer e Mozilla Firefox, risoluzione consigliata 800*600 - 1024*768 pixel.
Tutti i diritti riservati.