Home Revigozzo Valnure Castelli S.P.Q.R. Autori Gastronomia Contatti Link
Aggiornamenti
Antiquitatis analecta
Curiosità...
D. M. Ausonio
Detti latini
Disticha Catonis
Favole di Fedro
Motti e meridiane
Proverbi latini
Publilio Siro
.
Ego sum Qui sum
Antico Testamento
Nuovo Testamento
.
Nisi Dominus...
Ante colligationem
Itinerarium
Preghiere comuni
.
 
    A    
    B    
    C    
    D    
    E    
    F    
    G    
    H    
    I    
    L    
    M    
    N    
    O    
    P    
    Q    
    R    
    S    
    T    
    U    
    V    
 
a-absit ab t-ad hor adhuc-ad v ae-ag al-am an-as at-av
 
Sutor, ne supra crepidam...!

Anathema sit:
Sia scomunicato (Nuovo Testamenteo Gal. 1,8).
"Sed licet nos aut angelus de caelo evangelizet vobis praeterquam quod evangelizavimus vobis, anathema sit!"
(=Orbene, se anche noi stessi o un angelo dal cielo vi predicasse un vangelo diverso da quello che vi abbiamo predicato, sia anàtema!).
Con questa espressione di san Paolo iniziano tutti gli atti del Concilio di Trento (1545 - 1563) che condannano le varie eresie e dottrine non accettate dalla Chiesa cattolica.

Angulus ridet
:
Quest'angolo di terra mi rende felice
(Orazio, Odi, Il, 6, 13).
La frase completa é: ”ille terrarum mihi praeter omnis angulus ridet” (=questo angolo di mondo mi piace più di qualsiasi altro). Si dice delle cose piccole e graziose, dei luoghi appartati nei quali, lontano dal caos, si ritrova la felicità. Come scritto sulla Home page del sito di Pieve di Revigozzo, è stato proprio l’affetto e l’attacamento che provo per quell’angolo di mondo ad invogliarmi a parlarne.

Animae dimidium meae
:
Metà della mia anima (Orazio Odi libro I,III, v.9).
L'Ode da cui è tratta questa espressione è stata scritta in occasione della partenza dell'amico e poeta Virgilio.

Animos nil magnae laudis egentes
:
Animi schivi di gloria (Virgilio Eneide Libro V v 751).
Sono le parole con le quali il poeta stigmatizza quanti non intendono partire con Enea verso i lidi a cui il Fato li ha destinati. I Troiani sono in Sicilia e stanno celebrando i giochi in onore di Anchise quando le donne, stanche di peregrinare di terra in terra, incendiano le navi per evitare una nuova partenza. A questo punto Enea, consigliato da Acate e dal padre Anchise, apparsogli in sogno, decide di riprendere il mare con i pochi coraggiosi che hanno deciso di seguirlo per raggiungere la terra assegnata loro dal destino.

Animus meminisse horret
:
L'animo inorridisce nel ricordare.
(Virg., Eneide, II, 12).
Sono le parole di Enea quando incomincia a raccontare la grande tragedia della guerra di Troia.

An nescis longas regibus esse manus?:
Non sai che i re hanno le mani lunghe? (Ovidio, Heroides, XVII v. 166).
Elena, in una immaginaria lettera a Paride, ospite nel suo palazzo ed innamorato di lei cerca di convincerlo a dimenticarla. E' pur vero che Menelao suo marito in questo momento è lontano dal palazzo ma ai domestici non sono certo sfuggiti i loro sguardi languidi e la notizia della tresca potrebbe giungere alle orecchie del marito e, pur se fuggissero a Ilio, la punizione sarebbe comunque certa perchè i re hanno il potere di colpire anche lontano.

An Petrus fuerit Romae, sub iudice lis est. Simonem Romae nemo fuisse negat
:
Sul fatto che Pietro sia stato a Roma possono esserci dubbi. Che si sia stato Simone ne siamo certi (Owen Epigr. I, 8).
Epigramma con il quale nel '600 si accusava (disgraziatamente non a torto) la Chiesa Romana di simonia. Attribuito a John Owens, (1615-1683), teologo inglese che venne da Cromwell nominato decano della Christ Church of Oxford.

Ante ferit quam flamma micet
:
Colpisce ancor prima che se ne veda la fiammata (Filippo III Duca di Borgogna 1396-1467).
Sembra che tale espressione sia stata coniata osservando gli effetti delle armi da fuoco che in quell'epoca cominciavano a fare la loro comparsa sui campi di battaglia. Sempre lo stesso Filippo III, istituendo nel 1429 l'ordine cavalleresco del Toson d'oro, volle che venisse riportata sullo stemma.

Ante litteram
:
Prima della lettera cioè della "didascalia".

Si tratta della prova di stampa eseguita per verificare la bontà del risultato ancor prima che venga apposta la didascalia.
In senso figurato significa precorrere, anticipare i tempi con le proprie idee o intuizioni.

Ante lucrum nomen
:
La reputazione prima del guadagno
.
Potrà accadere che sugli scaffali dei supermercati troviate qualche prodotto sulla cui scatola appare questo motto che con traduzione meno letterale significa :"La soddisfazione del cliente viene prima del guadagno".
Alla fine degli anni 80 il nostro sistema industriale ha dovuto rapportarsi "obtorto collo"a quello che i giapponesi avevano sviluppato da una decina di anni. Rovesciando il modello occidentale dove efficienza e qualità erano visti come due concetti in contrapposizione, in quanto quest'ultima riducendo l'efficienza produttiva diminuiva il profitto, posero la qualità, non più vista come solo controllo del processo produttivo, alla base di ogni loro comportamento aziendale.
La soddisfazione del cliente era l’obiettivo alla base di questa nuova strategia di gestione conosciuta come "Company-wide Quality Control" o più semplicemente in italiano "Qualità Totale".

Antiquam exquirite matrem
:
Ricercate l'antica madre (Virgilio Eneide libro III v. 96)

Fuggito dalla Tracia dopo aver conosciuto la tragica fine di Polidoro Enea, non appena i venti glielo consentono, si reca a Delo per chiedere all'oracolo dove dirigersi. Alla richiesta dell'eroe Troiano il dio Apollo risponde di cercare l'antica Madre, cioè lo invita a recarsi in quella terra da dove è arrivato il fondatore della città di Troia. Interpretando in modo erroneo simile responso Enea si reca a Creta, isola dalla quale era venuto Teucro. Solo successivamente gli verrà rivelato che la sua futura patria è l'Italia, terra da cui è arrivato Dardano l'altro capostipite dei Troiani.

Appellatio ad Caesarem
:
Appellarsi a Cesare.

Al governatore Porzio Festo, che per ingraziarsi i Giudei, aveva intentato un processo nei suoi confronti, san Paolo, facendosi forte del suo diritto di cittadino romano di poter ricusare qualsiasi tribunale ed appellarsi direttamente all'imperatore disse: "Caesarem appello! " e al governatore "obtorto collo" non restò che rispondere: "Caesarem appellasti ad Caesarem ibis" (Atti degli Apostoli 25,11) (=ti sei appellato a Cesare a a Cesare andrai). La cittadinanza romana, per i benefici che comportava, era a volte anche comprata a caro prezzo come, sempre a san Paolo, confessa un tribuno che lo aveva fatto imprigionare "ego multa summa civitatem hanc consecutus sum" (=ho pagato tanto per poterla avere) e a lui Paolo risponde "ego autem et natus sum"(Atti degli Apostoli 22,28)(=io invece sono nato con tale diritto.

Aperietur vobis
:
Vi sarà aperto.

Parole tratte dal Vangelo: Chiedete e vi sarà dato, ... bussate e vi sarà aperto.

Apertis verbis
:
Con parole chiare.
Dire quanto si deve dire senza troppe circonlocuzioni, andando dritto al problema.

A posteriori
:
Da ciò che è dopo(Parti re dalle conseguenze).

Il ragionamento "a posteriori" partendo dal dato empirico risale col metodo induttivo ai principi generali.

A priori
:
Da ciò che è prima

Il ragionamento "a priori" parte da un dato assodato ed arriva, con il metodo deduttivo, alle estreme conclusioni.

Aquae furtivae dulciores sunt et panis in abscondito suavior
:
Le acque furtive sono dolci e il pane preso di nascosto è più gustoso (Antico Testam., Prov. 9,17).
Il dolce ed allettante sapore delle cose proibite non ha paragone con quanto può essere fatto alla luce del sole iniziando da Eva che ruba la mela per terminare col ragazzino che ruba la marmellata... in casa (chi di noi non l'ha fatto?).
L' autore della frase citata ricorda che l'uomo nella sua vita è invitato a due banchetti e deve scegliere se accettare il piacere che le offre la clandestinità intesa come stoltezza o sedere alla tavola della sapienza.


Aquila non capit muscas
:
L'aquila non va a caccia delle mosche

Significa che non si può pretendere che persone altolocate s’interessino a controversie o a fatti di nessuna importanza.

Arbiter elegantiae
:
Arbitro di raffinatezza.

Così era definito Gaio Petronio. Possiamo considerare tale un uomo di buon gusto, raffinato nei piaceri: un esteta, un signore che gode dei piaceri rari e non può sopportare le persone grossolane.

Arbores felices - Arbores infelices
:
Alberi felici (di buon augurio) - Alberi infelici (di cattivo augurio).
Popolo contadino i romani vissero per anni legati alla terra. Alla morte di Anco Marzio con l'avvento al trono di un personaggio di origine etrusca, tale Tarquinio Prisco, la politica interna ed estera, le credenze religiose ed il diritto subirono una serie di cambiamenti mutuati da questa civiltà decisamente più evoluta della loro. Per gli Etruschi esisteva una distinzione tra alberi portafortuna e alberi portaiella. Il fico dai frutti neri, ad esempio era considerato, proprio per il colore dei sui frutti che ricordavano la notte, un albero infelice. A questa seconda categoria di alberi si usava a quei tempi legare il condannato a morte e rispedirlo al creatore a colpi di verga: certo che per lui quello non poteva definirsi un giorno "albo notanda lapillo".

Arcades ambo
:
Arcadi tutti e due.(Virg., Egloghe, VII, 4).

Virgilio parla di due pastori, ambedue d’Arcadia, quindi esperti nel canto. Presso di noi si usa riportar la frase con significato satirico, alludendo a due persone che fanno il paio per malvagità o difetti.

Arena sine calce
:
Sabbia senza calce oppure Stadio senza righe.
Sono doverose due parole di spiegazione per questa duplice traduzione e, se è inutile spiegare che la sabbia senza un legante quale calce o cemento si sbriciola tra le dita facendo crollare l’edificio, per comprendere la seconda occorre ricordare che il vocabolo arena significa sia sabbia sia stadio dove la calce, come ancor oggi nei campi da calcio, veniva usata per delimitare l’area in cui avveniva la competizione o quant’altro potesse essere utile allo svolgimento della stessa.
Si racconta (Svetonio?) che con questa lapidaria e sarcastica sentenza l'imperatore Caligola definisse lo stile letterario di Seneca. Troppo ben abituato alla lettura delle opere di Cesare e di Cicerone questo imperatore giudicava questi scritti oltre che tacitiani “ante litteram” per i nessi logici impliciti con l'omissione delle congiunzioni subordinanti, l'ellissi del verbo o di altre parti del discorso, anche disorganici, privi di sistematicità sia singolarmente che nella disposizione della raccolta dove spesso risulta difficile individuare un piano logico, con frasi aventi ciascuna un valore autonomo, condensate in forma di sentenza.
Lascio ai visitatori la scelta della traduzione che meglio può rappresentare il pensiero di Caligola.

Argumentum ad antiquitatem
:
Argomentazione basata sulla tradizione.
Ragionamento che si sviluppa affermando che qualcosa è giusto o valido soltanto perché è vecchio, o perché "è come è sempre stato".

Argumentum ad auctoritatem
:
Argomentazione basata sull'autorità.
Sofisma che appoggia la validità del ragionamento sull'autorità indiscussa di qualche noto personaggio.

Argumentum ad baculum
:
Argomentazione basata sul potere,il potere ha sempre ragione.
Si tratta di una argomentazione spesso utilizzata in politica e in religione per suggestionare la massa.

Argumentum ad crumenam
:
Argomentazione basata sui soldi.
Ritenere che il denaro sia il criterio per stabilire la giustizia: quelli che hanno più denaro hanno più probabilmente ragione degli altri.

Argumentum ad hominem
:
Argomentazione contro la persona dell'avversario.
Invece di dimostrare la falsità delle affermazioni dell'avversario, questo tipo di argomentazione è rivolta "contro la persona"

Argumentum ad ignorantiam
:
Argomentazione basata sulla non conoscenza.
Questa argomentazione afferma che una tesi è vera solo per il fatto che non è stata provata la sua falsità o viceversa.

Argumentum ad Lazarum
:
Argomentazione basata sulla povertà.
Sostenere che qualcuno, per il fatto che è più povero, è anche più sano o più virtuoso di qualcun altro che è ricco.

Argumentum ad misericordiam
:
Argomentazione che fa leva sulla pietà.
Far leva sulla pietà dell'uditorio è un modo per sviare psicologicamente l'attenzione rispetto alla tesi sostenuta ed ottenere così il consenso.

Argumentum ad nauseam
:
Argomentazione basata sulla continua ripetione.
Consiste nella costante ripetizione di una affermazione e si basa sulla credenza che una tesi diventi tanto più vera quanto più viene comunicata.

Argumentum ad novitatem
:
Argomentazione che fa leva sulla novità.
Qualcosa è giusto o valido soltanto perché è nuovo, o più nuovo di qualsiasi altra cosa.

Argumentum ad numerum
:
Argomentazione basata sulla quantità.
Con quesa forma di sofisma si afferma che quante più persone sostengono una certa tesi tanto più questa tesi è vera.

Argumentum ad populum
:
Equivale al "vox populi vox Dei" (=voce del popolo voce di Dio).
Si basa sul fatto che la tesi esposta è condivisa da un grande numero di persone.

Argumentum ad verecundiam
:
Argomentazione basata sul rispetto.
Molto simile all'" Argumentum ad auctoritatem" Forma di argomentazione molto persuasiva ed utilizzata nel vivere quotidiano.

Arrectis auribus
:
Con le orecchie attente ( Virgilio Eneide, Libro II, v.303).
E' Enea, a cui in sogno è apparso Ettore esortandolo a fuggire, che svegliatosi e salito sul punto più alto della casa tende l'orecchio per individuare l'origine del frastuono e del fragore d'armi. Una bellissima immagine di "orecchie attente" la troviamo al cap. XI dei Promessi Sposi. "Il Griso... ...camminava come il lupo, che spinto dalla fame... ...scende da' suoi monti, dove non c'è che neve, s'avanza sospettosamente nel piano, si ferma ogni tanto, con una zampa sospesa, dimenando la coda spelacchiata... ...rizza gli orecchi acuti, e gira due occhi sanguigni, da cui traluce insieme l'ardore della preda e il terrore della caccia. Potrebbe essere anche un invito ai nostri governanti a tenere le orecchie dritte se non fosse che come i Troiani sono da decenni immersi in sonno comatoso.

Ars aemula naturae
:
L'arte emula la natura (Lucio Apuleio Metamorfosi Libro II,4)
"Sub extrema saxi margine poma et uvae faberrime politae dependent, quas ars aemula naturae veritati similes explicuit" (= Dagli orli alti del sasso frutti ed uve pendevano, di squisita fattura, simili in tutto al vero, avendo l'arte emulato la natura).

Ars longa, vita brevis
:
L'arte è lunga, la vita è breve
.
Sentenza che derivata da un aforisma di Ippocrate. Il senso è questo: in tutte le arti, la vita di un uomo è insufficiente per raggiungere la perfezione, che suppone l’esercizio progressivo di più generazioni.

Asinus asinum fricat
:
L'asino accarezza l'asino

È un motto che ricorre spesso alla mente quando si vedono atti continui di mutua incensazione fra due persone di scarsa intelligenza. E' l'equivalente del nostro detto: Dio li fa e poi li accoppia".

Asinus portans mysteria
:
Un asino che porta i misteri

Locuzione derivata dalla vita dei primitivi Cristiani che, costretti a celare alla curiosità dei pagani le Sacre Specie, venivano così definiti. Si applica alle persone saccenti che si arrogano la missione di illuminare il mondo e che si mostrano gelose ed orgogliose dei loro segreti scientifici o professionali.

Assem habeas, assem valeas; habes habeberis:
Se possedi un asse vali un asse; possiedi e sarai stimato( Petronio Satirycon LXXVIII, v.6).
Di identico significato troviamo in Orazio, Satire, libro I, satira I, verso 62 "nil satis est, inquit, quia tanti quantum habeas sis" (=Non basta mai niente, disse, perché sei ciò che possiedi)

Assidua stilla saxum excavat
:
La goccia continua scava la roccia (Erasmo da Rotterdam Adagia).

Si tratta di una reinterpretazione di un concetto di Ovidio. Vedi "Gutta cavat lapidem, consumitur annulus usu"

 
a-absit ab t-ad hor adhuc-ad v ae-ag al-am an-as at-av

Segnala questa pagina ad un amico:

Attenzione: l'utilizzo del presente modulo non comporta la registrazione di alcuna informazione.
Ringraziando quanti, visitando queste pagine, apprezzano i nostri continui sforzi per offrire sempre qualche cosa di nuovo ricordiamo che i commenti e le traduzioni sono proprietà del sito
http://www.pievedirevigozzo.org
Ne consegue che le citazioni restano di pubblico utilizzo ma dei "Commenti e traduzioni" ne viene concesso l'uso solo per scopi non commerciali e/o didattici e solo a condizione venga citata la fonte.
Home Revigozzo Valnure Castelli S.P.Q.R. Autori Gastronomia Contatti Link
Grazie per la visita:
pagine viste dal 20.02.06
Visita Revigozzo
con
"Google Maps Street View"
Latinamente.it
Cicero latin tutor.it
Nuntii latini.fi
Nuntii latini.de
Ultimo aggiornamento: 01.10.2015
Diritti riservati come da
Creative Commons License 2.5
CreativeCommons License
Realizzato da Luca, Catia, Mariuccia e Antonio.
Ottimizzato per Internet Explorer e Mozilla Firefox, risoluzione consigliata 800*600 - 1024*768 pixel.
Tutti i diritti riservati.